MARIAL

MariaLux, una nuova collezione nata dalla collaborazione di Alessandro Gualtieri con Lilian Driessen, designer olandese di haute couture anarchica, creatrice del layout di tutte le boutique Avery Fine Perfumery nel mondo.

“MariaLux e’ la mia musa, il mio alter ego perfetto.
Maria come vergine, madre, amante.
Lux sta per luce, lusso e bramosia
La ‘L’ sono io, Lilian Driessen, stilista e direttore creativo.
Io vesto. Questa è la mia professione dal 1987. Sono connaturali al mio modo di lavorare il work in progress, l’impegno e l’emozione collettiva che innervano il processo creativo. E siccome ho toccato con mano e sono stata toccata nel cuore, si dà il caso che da raccontare ci sono molte storie.”

Tre delle fragranze MariaLux esplorano emozioni legate al tema dell’amore: Madly, cioè “pazzamente” (“Oh, lover, make me yours again”), Deeply, cioè profondamente (“Pain & pleasure, faith & fear”) e Truly, cioè fedelmente (I will wait for you 1000 years”). E siccome l’amore, con la sua forza travolgente riesce a tirare fuori contemporaneamente il meglio e il peggio dalle persone, ecco che nessuno dei tre è gentile e sereno, lineare, ma tutti esprimono una frizione tra l’ideale e il reale, tra note a volte armoniose e spesso dissonanti, in certi tratti carezzevoli ed in altri brutali.

Questi profumi sono contraddizioni da indossare. Pur piacevoli e indossabili tutti e tre sia su pelle maschile che femminile, esprimono un concetto dell’amore niente affatto scontato, affrontato in un modo che ad Alessandro evidentemente è congeniale, e cioè senza smancerie sentimentali. Sono composti partendo da un romanticismo vero, non quello da cuoricini di cioccolata, ma vero e proprio animo romantico da “Sturm und drang”, una tempesta e un assalto emotivo che tolgono il fiato. "E' stato un confronto forte, una sfida fra di noi, un lavoro fatto in due, in tutta la sua complessità" mi ha spiegato Lilian Driessen, la fondatrice di MariaLux, a proposito del lavoro di composizione che lei e Alessandro hanno svolto insieme. .Per me, il concetto arriva forte come un pugno nello stomaco, ed è ovvio che profumi così, a qualcuno non piaceranno. Ci vuole un po’ di solidità, di apertura mentale, è necessario aver vissuto anche amori conflittuali, passionali, disperati, per apprezzare il fatto di indossare sulla pelle profumi così. Non li puoi indossare senza sapere cosa esprimono.

Come per la collezione Nasomatto anche le fragranze di MariaLux – Truly, Madly e Deeply – non dichiarano la piramide olfattiva ma si raccontano attraverso le impressioni soggettive di chi le indossa. Si riconosce, però, un bel bilanciamento di note naturali di qualità, e molecole sintetiche usate abilmente (cioè non nascondendole, ma anzi, donando loro dignità e significato):
- TRULY. Amore eterno, infinito. (Sensazione olfattiva: sparkling come una coppa di champagne d’annata); splende con una nota aldeidata, metallica, scintillante come la lama di un rasoio, parla di un amore solido, inamovibile, determinato, solido appunto come metallo
- MADLY. Amore segreto, l’ebrezza degli amanti. (Sensazione olfattiva: vellutato e carnale di tuberosa e fiori notturni); agrumi e aromi (salvia, rosmarino, forse artemisia ed elicriso) si uniscono in una storia tormentata di luce e ombra, di secco e umido
- DEEPLY. Abissale, lancinante amore. (Sensazione olfattiva: intossicato di note gourmand, speziate e ambrate); legni interessanti come sandalo, forse guaiaco, cisto labdano, betulla, cera d’api, e una nota ipnotica che si trova – potentissima- anche in Black Afgano, l’insieme risulta ombroso, umido e appiccicoso, sensuale in maniera esplicita.

Col passare delle ore Deeply si arrotonda ulteriormente, scende di tono e si fa liquoroso, mentre Madly e Truly diventano sempre più secchi, precisi, scintillanti. In tutti, la visione estetica di Alessandro si sente benissimo, presente come una nota della piramide.

Un piccolo segreto. I flaconi dallo stile vintage portano inciso sul fondo una dichiarazione d’amore che si rivela solo quando il profumo è terminato: “tutto ciò che possiedo profuma di te”.

Ordina: